TEDxVicenza – domenica 10 ottobre

Domenica 10 ottobre, ore 16:30, nella Sala del Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza con 4 speaker per esplorare il tema della Verità. Verità individuali, verità scomode, verità nascoste o che riemergono con il passare del tempo. Il tema del secondo Salon di TEDxVicenza è complesso, ma allo stesso tempo cruciale, per individuare un terreno comune su cui costruire idee condivise.

Prenota il tuo posto!

IL TEMPO RITROVATO – Il tema di Popsophia 2022

COMUNICATO STAMPA – PESARO 2022. POPSOPHIA ANNUNCIA IL TEMA DELLA PROSSIMA EDIZIONE. “Il tempo ritrovato” è il focus attorno al quale si rivolgerà la riflessione dell’edizione pesarese di Popsophia dall’1 al 3 luglio 2022.

Dopo aver percorso le vie dell’ebbrezza e del dionisiaco con “Paradisi artificiali” nel duecentesimo anniversario della nascita di Charles Baudelaire, Popsophia prende in prestito come suggestione l’opera di un altro grande scrittore francese: Marcel Proust. A cento anni dalla scomparsa dell’autore de “La Recherche” il festival vuole indagare, con gli strumenti e la cassetta degli attrezzi della filosofia e del pensiero, il tema del tempo. Quello passato, quello ritrovato, quello perso e quello desiderato. Una dimensione che ha appassionato scienziati e ricercatori, filosofi e scrittori, musicisti e artisti. Il tempo come chiave di lettura della contemporaneità a due anni dall’arrivo di quella pandemia che ha per sempre modificato la nostra percezione del tempo: dilatandolo durante il lockdown con le sue giornate infinite e tutte uguali e accelerandolo quando di ritorno alle nostre occupazioni abbiamo sentito la necessità di recuperare quello che ci  era stato tolto, con la sensazione di impotenza ed ineluttabilità che tutto passa e non può essere recuperato. 

Continua a leggere

ROCKSOPHIA – Il video riassunto del festival

COMUNICATO STAMPA – Una scommessa: modificare un format che funzionava, a cui tutti erano affezionati, proprio nell’anno della celebrazione del decennale, cambiando perfino il nome, da Popsophia a Rocksophia. Quasi un’eresia, o un’ “acuta follia” come la direttrice artistica ha tradotto per la prima volta il neologismo Popsophia. Ma al termine di questa edizione densissima quella scommessa appare completamente vinta e la prova superata. 

IL VIDEO RIASSUNTO DI “ROCKSOPHIA”

Le tre serate di Rocksophia al Varco hanno entusiasmato un pubblico che in larga parte ha partecipato a tutti gli appuntamenti, riuscendo a cogliere il senso di un’operazione nuova e affascinante.La direttrice artistica traccia un bilancio alla fine di queste tre giornate che hanno avuto un prologo giovedì allo Shada con una lunga maratona filosofica che ha riunito gli amici del festival quella generazione nuova di giovani filosofi e filosofe che in barba all’Accademia hanno voluto arricchire la storia del pensiero di contenuti nuovi e popolari. “Rocksophia è stato un viaggio iniziatico – ha sottolineato la direttrice artistica Lucrezia Ercoli – tre serate che però erano un progetto unitario, come puntate di un unico film che abbiamo voluto costruire assieme al nostro pubblico che lo ha subito capito. Le parole chiave che avevamo scelto: cambiamento, crisi e rinascita, sono state le lenti con le quali abbiamo osservato questi nostri tempi per cercare, come dice Battiato, l’alba dentro l’imbrunire. Una rinascita che è stata un rito collettivo attraverso le tante voci che hanno calcato il palco. Il successo di pubblico, ma ancora di più i tanti commenti positivi di chi ci ha seguito e ha fatto di tutto per esserci ci rende orgogliosi di aver portato avanti questa novità”.