“Gli eroi sono stanchi. Omaggio a Clint Eastwood” – SPETTACOLO ONLINE

Il primo Philoshow Web di Popsophia, in onda il 31 maggio 2020 per celebrare i novant’anni di una leggenda del cinema americano: Clint Eastwood. Un vero e proprio spettacolo online dal Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno.

Dieci filosofi e giornalisti indagano i titoli più importanti della carriera dell’attore-regista americano, gli interventi sono accompagnati da clip iconiche tratte dalla sua cinematografia e da brani eseguiti dal vivo dal pianista dell’ensemble musicale di Popsophia.

Con gli interventi di: Massimo Arcangeli, Angela Azzaro, Gianluca Briguglia, Cesare Catà, Umberto Croppi, Umberto Curi, Riccardo Dal Ferro, Lucrezia Ercoli, Donatella Ferretti, Marco Fioravanti, Ilaria Gaspari, Riccardo Minnucci, Simone Regazzoni, Salvatore Patriarca, Gianluca Pierini.

Buon compleanno Clint Eastwood!

Schermata 2020-05-30 alle 09.59.39

Articolo uscito su Il Riformista di sabato 30 maggio 2020 – “Alla fine della mia vita diranno: Era l’uomo arrivato dal nulla… Se n’è andato come è venuto”. Clint Eastwood – il volto dello straniero senza nome, l’eroe-fantasma venuto dal nulla e tornato nel nulla – compie novant’anni, ma non sembra intenzionato a scomparire.

Il 31 maggio del 1930 nasceva una leggenda della storia del cinema, l’ultimo dei classici viventi, capace di risimbolizzare all’infinito i generi tradizionali e fondativi del paradigma occidentale, dall’epopea western alla tragedia greca.    Continua a leggere

Vincere l’odio – presentazione del libro

odio copertina MERCOLEDì 26 MAGGIO
ORE 18.00
conferenza stampa di presentazione
in streaming dai social
di Popsophia e di Matteo Ricci 

VINCERE L’ODIO
PRIMA E DOPO IL CORONAVIRUS

interverranno:
Matteo Ricci
sindaco di Pesaro e presidente ALI
Gianrico Carofiglio
scrittore ed ex magistrato
Lucrezia Ercoli
direttrice artistica di Popsophia

Modera
Micaela Vitri – giornalista

Appunti dalla catastrofe – nona puntata

Nona puntata della mia rubrica “Appunti dalla catastrofe” sulle pagine del quotidiano “Il Riformista”. L’articolo di martedì 26 maggio

“Credo che la vita ci sembrerebbe improvvisamente deliziosa, se fossimo minacciati dalla morte come voi dite. Pensate, in effetti, quanti progetti, viaggi, amori, studi, lei – la nostra vita – tiene in stato di dissoluzione, invisibili alla nostra pigrizia che, sicura del futuro, li rimanda senza tregua. Ma se tutto questo rischia di essere per sempre impossibile, come ridiventerebbe bello! Ah! Se solo il cataclisma per questa volta non avesse luogo, non mancheremo di visitare le nuove sale del Louvre, di gettarci ai piedi della signorina X, di visitare le Indie”. 

Con queste parole Proust risponde alla domanda posta dal quotidiano francese “L’intransigeant” nell’agosto del 1922: : “Uno scienziato americano annuncia la fine del mondo, o almeno la distruzione di una così vasta parte dei continenti, e in maniera così improvvisa, da rendere certa la morte per milioni di esseri umani. Se questa divenisse certezza, quali ne sarebbero, a parte il vostro, gli effetti sull’attività degli uomini tra il momento dell’acquisizione di tale certezza e il minuto del cataclisma? Infine, quanto a voi personalmente, che cosa fareste prima dell’ultima ora?”

“Gli eroi sono stanchi” spettacolo online di Popsophia il 31 maggio

Alta risoluzione rapporto 5 a 6

COMUNICATO STAMPA – Domenica 31 maggio 2020 dalle ore 21.30 alle 23.00 va in onda il primo Philoshow Web di Popsophia: un appuntamento sperimentale, registrato in diretta live dal Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno per celebrare i novant’anni di una leggenda del cinema americano: Clint Eastwood. Un vero e proprio spettacolo online trasmesso in esclusiva sul nuovo portale web di Popsophia. ISCRIVITI QUI

Continua a leggere

Appunti dalla catastrofe – ottava puntata

Terry_Gilliam_Brazil_1985_Photos_03-e1549445682438

Ottava puntata della mia rubrica “Appunti dalla catastrofe” sulle pagine del quotidiano “Il Riformista” durante i giorni della quarantena per l’emergenza COVID-19. L’articolo di giovedì 14 maggio – “In virtù dei poteri a me conferiti dall’articolo 47, paragrafo 7, comma 16 dell’Ordine del Consiglio dichiaro che il signor Tuttle Archibald è stato convocato dal Ministero dell’Informazione per essere interrogato e dovrà accollarsi le spese procedurali come specificato dall’Ordine del Consiglio RB/CZ/907/X”.

Irrompe – sfondando il soffitto, come in una studiata operazione antiterrorismo – una squadra armata di agenti del governo, mentre la famiglia Buttle è intenta a festeggiare tranquillamente il Natale in un modesto appartamento di periferia.

Continua a leggere