Odio l’estate

Estate, sei calda come i baci che ho perduto,
sei piena di un amore che è passato,
che il cuore mio vorrebbe cancellar.
Estate, il sole che ogni giorno ci scaldava.
Che splendidi tramonti dipingeva,
adesso brucia solo con furor.
Bruno Martino, Odio l’estate

d0f7c347a43aaf6584d269035d464112.jpg
In attesa del festival “Solideo, la Popsophia del Solstizio” che si svolgerà a San Benedetto del Tronto il 22 e il 23 giugno (tutte le info qui
) una riflessione sul solstizio d’estate, l’alba e il tramonto della stagione più amata (e più odiata) dell’anno.

Fermati, Sole!

È arrivato il solstizio d’estate, il momento in cui il sole si “ferma” più a lungo nell’emisfero settentrionale e raggiunge il culmine del suo percorso ascensionale. Un momento venerato da tutte le civiltà del nord del mondo – dalla civiltà greco-latina agli indiani d’America fino alle religioni orientali – come momento simbolico di esaltazione della luce e della vita. Dai riti del fuoco della cultura popolare fino alla festa cristiana di San Giovanni Battista: una celebrazione dell’equilibrio ciclico della natura.

Continua a leggere

Solideo – Filosofia del Solstizio

solideo.png

È ritrovata.
Che cosa? L’Eternità.
È il mare andato via
Col sole
Arthur Rimbaud

Solideo è il nuovo festival estivo ideato dall’Associazione Popsophia e promosso dall’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto. Due giornate – giovedì 22 e venerdì 23 giugno – dedicate alla “filosofia del solstizio d’estate” tra performance, conferenze e concerti di musica dal vivo alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto.

Il solstizio è il momento in cui il sole si “ferma” più a lungo nell’emisfero settentrionale. Un giorno simbolico venerato da tutte le civiltà del nord del mondo come momento simbolico di esaltazione della luce e della vita: dai riti del fuoco della cultura popolare, fino alla festa cristiana di San Giovanni Battista. “Il festival celebra una metafora – commenta la direttrice artistica di Popsophia Lucrezia Ercoli – che ha ispirato generazioni di scrittori, poeti e filosofi e ha riempito l’immaginario della cultura pop, dal cinema alla fiction fino alle canzonette”.

“Il nostro progetto è quello di affiancare l’offerta turistica con appuntamenti culturali di grande qualità – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Annalisa Ruggieri – Le struggenti ore del tramonto nei giorni più lunghi dell’anno che aprono l’estate accoglieranno il pubblico negli spazi meravigliosi della Palazzina Azzurra con mostre, performance e degustazioni tutte a ingresso gratuito”.

Le serate di Solideo inizieranno con due Lectio Pop d’eccezione. Si parte giovedì 22 giugno alle 21.00 con la conferenza “Luce” di Massimo Donà, filosofo dell’Università San Raffaele di Milano e autore del libro Magia e filosofia. Si prosegue venerdì 23 con il filosofo Luciano de Fiore dell’Università La Sapienza che aprirà la serata con la lectio “Anche il mare sogna”, alla luce del suo libro Filosofia sui flutti.

Alle 21:30 la Palazzina si anima con due nuovi Philoshow, spettacoli inediti di filosofia e musica, ideati e diretti da Lucrezia Ercoli. Dalla luce di Parmenide a Here Come the Sun dei Beatles, dai naviganti di Omero ai marinai di Lucio Dalla: il pensiero si contamina con i filmati realizzati dal regista Marco Bragaglia, le letture teatrali di Pamela Olivieri e la musica dal vivo eseguita dalla band di Popsophia Factory.

Per concludere le prime calde serate di un’estate alle porte, il Tiratardi, nuovo appuntamento pop-filosofico, che prevede, dalle 23:30, performances accompagnate dal ritmo delle onde del mare: giovedì 22 si inizierà con “Sogno di una notte di mezza estate” di Cesare Catà e venerdì 23 chiuderà il festival il reading di Riccardo Dal Ferro “Amare il tramonto”.

SOLIDEO si svolge anche grazie alla collaborazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale e la partecipazione agli appuntamenti avrà valore di aggiornamento per gli insegnanti e gli studenti che richiederanno l’iscrizione.

Tutti gli appuntamenti di Solideo sono ad ingresso libero. Maggiori informazioni sul sito http://www.popsophia.it.

Libero in prigione

Schermata 2017-06-06 alle 12.31.05.pngQuest’anno ricorre il 60° anniversario della morte di Curzio Malaparte. Per l’occasione pubblico l’introduzione del mio “Philosophe malgré soi. Curzio Malaparte e il suo doppio”, il saggio che nel 2011 ho dedicato al geniale e camaleontico scrittore toscano (il libro integrale si può acquistare qui). Parlerò dell’eccentrica filosofia di questo scrittore maledetto venerdì 16 giugno 2017, al palazzo Datini di Prato, la sua città natale (tutte le info qui).

Continua a leggere

La filosofia di Curzio Malaparte

 PRATO – Palazzo Datini |VENERDì 16 GIUGNO – ore 21

Schermata 2017-06-02 alle 08.22.54.pngLibero in prigione.
La filosofia di Malaparte

con Lucrezia Ercoli, docente dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila e direttrice del Festival “Popsophia”

Nel suo libro Philosophe malgré soi. Curzio Malaparte e il suo doppio (Edilet, 2011), Lucrezia Ercoli ha ricostruito la filosofia implicita nell’opera letteraria di Malaparte. Lo scrittore pratese ha tratteggiato una visione del mondo e una concezione della vita tese a mostrare la realtà duplice e ambigua della sua epoca. Un pensatore camaleontico capace di contenere tutte le inquietudini filosofiche del primo Novecento.