Odio l’estate. Le smanie per la villeggiatura

15SPE-01_MGZOOM.jpgArticolo apparso su l’Unità del 19/06/2016
Ci siamo: è arrivato il solstizio d’estate, il vero capodanno di massa che chiude la fredda e piovosa stagione del lavoro e apre la calda e radiosa stagione delle vacanze. Finisce la lunga attesa che ci ha permesso di andare avanti e ha dato un senso e una prospettiva al lavoro. Sta per materializzarsi il miraggio delle ferie, la terra promessa che orienta le ultime settimane di fatica e che ci ‘invita al viaggio’ fuori dall’ufficio, la speranza di una felicità che rende sopportabili gli ultimi impegni professionali.

Continua a leggere