A proposito degli #esercizidipopsophia

Copertina libro Popsophia.jpgIl filosofo Cesare Catà su Huffington Post parla del mio libro “Che la forza sia con te! Esercizi di Popsophia”. Ecco un estratto del suo articolo – Un filosofo americano che amo particolarmente, Henry David Thoreau, non compose le sue pagine migliori e più profonde nel chiuso di uno studiolo, come la stragrande maggioranza dei suoi colleghi; bensì camminando, a volte per giorni interi, tra la natura del suo New England, ammaliato dalla multiforme bellezza di alberi e montagne, ruscelli e volatili, mele, sentieri e torrenti. L’operazione che compie Lucrezia Ercoli col suo libro Che la forza sia con te! Esercizi di Popsophia (Il Melangolo) è secondo me molto simile, mutatis mutandis, a quella di Thoreau. Solo che qui la passeggiata che si compie non è un vero e proprio cammino in mezzo ai boschi, bensì una camminata ideale tra l’ambiente massmediatico del nostro tempo. Non rami di maggio, ma blockbuster di successo; non lo stelo di un fiore raro, ma programmi televisivi da 10 mln di spettatori; non il ritrarsi delle bestie in una sera d’inverno o la cromia delle foglie autunnali, ma la nascita di nuove mitologie pop e la forza artistica delle serie televisive. Rispetto a Thoreau cambia radicalmente l’oggetto d’osservazione, ovviamente, però ci sono due cose fondamentali in comune: lo sguardo filosofico attento e intelligente che, dall’analisi di ciò che ci circonda, conduce per mano il lettore a conoscere l’uomo contemporaneo; e l’evasione dalla rigidità dei confini accademici, per portare la filosofia a osservare quanto era stato recluso fuori dall’ambito di legittimità della ricerca – di fatto allargando così il perimetro di quest’ultima.

Continua a leggere

Per sempre, le ore. L’arte di raccontare la vita

 

hours.jpg

“Caro Leonard, guardare la vita in faccia, sempre; guardare la vita in faccia e conoscerla per quello che è; al fine conoscerla, amarla per quello che è, e poi metterla da parte. Leonard, per sempre gli anni che abbiamo trascorso, per sempre gli anni, per sempre l’amore; per sempre, le ore”. Con queste parole si chiude la vita di Virginia Woolf raccontata nel meraviglioso romanzo di Michael Cunningham, trasposto nel film di Stephen Daldry, The Hours.

Continua a leggere