Lucrezia Ercoli

Lucrezia ErcoliLucrezia Ercoli (Macerata, 1988) è direttrice artistica di “Popsophia“, festival internazionale di filosofia del contemporaneo.

Già docente presso l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, dall’anno accademico 2017/2018 è docente di “Storia dello spettacolo” e “Filosofia del teatro” presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Insegna Storia della Televisione (fenomenologia dei media) e “Filosofia dell’arte” presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata.

È editorialista di diversi quotidiani nazionali tra cui “l’Unità”, Il Dubbio” e “Il Riformista”.

Ha un dottorato di ricerca in “Filosofia e Teoria delle Scienze Umane” presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha studiato filosofia a Padova e a Roma. Ha insegnato nel Master “Formazione Musicale e dimensioni del Contemporaneo” e ha collaborato con le cattedre di “Estetica Musicale” e “Filosofia Morale” dell’Università degli Studi di Roma Tre.

Il suo ultimo libro èChe la forza sia con te! Esercizi di Popsophia (Il Nuovo Melangolo, Genova 2017).

È autrice della prima monografia filosofica su Curzio Malaparte dal titolo “Philosophe Malgrè Soi. Curzio Malaparte e il suo doppio” (Roma, 2011), con la quale ha vinto il premio di “Frascati Filosofia, Opera Prima”; per la casa editrice Mimesis ha pubblicato la monografia “Filosofia della crudeltà. Etica ed estetica di un enigma” (Milano 2014) presentata al Salone Internazionale del libro di Torino. Dirige la collana editoriale “Popsophia” per Mimesis edizioni che ha già l’attivo tre pubblicazioni.

Nel 2015 ha curato il numero della rivista filosofica “Lo Sguardo” dal titolo “Popsophia, teoria e pratica di un nuovo genere filosofico”. Tra le sue pubblicazioni: “Gli erranti di terra in terra, la figura del viandante in Hölderlin e Friedrich” (Macerata, 2007); “Processo a Galileo” (Macerata 2010); “Filosofia dell’Umorismo” (Roma, 2013).

Nel 2014 le è stato conferito il premio “Marchigiana dell’anno” dal Centro Studi Marche di Roma.

In corso di pubblicazione i suoi lavoro “Il paradigma nostalgico, da Ovidio ai mass media, da Rousseau ad American Graffiti”.

Email: lucrezia.ercoli@popsophia.it